Phuket Thailandia
 


 
Advertisement


Scritto da Manutenzione   
domenica 28 ottobre 2007

viaggiare sicuri

Ho deciso a fronte delle tante richieste, di scrivere questa pagina sulle nozioni fondamentali del viaggiare sicuri in Thailandia. Ho utilizzato gran parte del testo tratto dal sito ufficiale ACI VIAGGIARE SICURI completandolo con le mie esperienze personali dal luogo. Vedi Smile Cool

Avvisi particolari

Dal 15.06.2007 - Permangono condizioni di incertezza a causa sia delle ripercussioni politiche interne seguite al colpo di Stato del 19 settembre 2006 ed all’insediamento del Governo provvisorio, sia dell’intensificazione degli atti terroristici, estesisi dalle province meridionali ad altre aree del Paese, inclusa la capitale.
In particolare, a causa del proliferare del terrorismo separatista, vige dal 2005 lo stato di emergenza nelle province del sud (ove risiede la maggioranza della popolazione musulmana) di Yala, Narathiwat e Pattani, nonché nei distretti di Jana, Nathawee, Thepha e Sabayoi nella Provincia di Songkhla.
Si raccomanda di evitare viaggi nelle suddette zone, se non motivati da effettiva necessità e, in ogni caso, di informarsi sull’evoluzione della situazione prima della partenza, segnalando sempre all'arrivo nel Paese la propria presenza all'Ambasciata d'Italia a Bangkok e attenendosi scrupolosamente, durante la permanenza, ai suggerimenti forniti.
Le locali Autorità segnalano il rischio di ulteriori atti terroristici anche nel resto del Paese, dopo quelli di Bangkok nel dicembre 2006. Si consiglia pertanto ai connazionali di adottare in tutto il Paese misure di cautela (in particolare evitando luoghi affollati) e di tenersi costantemente informati sulla situazione anche attraverso i media. In particolare a Bangkok, a seguito dell'acuirsi di contrasti politici interni, sono possibili dimostrazioni di piazza che potrebbero degenerare in atti violenti.
Cool  Nessun problema nelle zone turistiche come Phuket, Samui, ecc...

Informazioni generali, Documentazione necessaria per l'ingresso nel paese

Passaporto

 Necessario per l'ingresso nel Paese e deve avere validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo. I turisti, per legge, sono tenuti a portare sempre con sé il proprio passaporto originale. Si sono verificati, infatti, casi di turisti arrestati perché sprovvisti del documento.
Cool  Nessun problema nelle zone turistiche, non vi chiedono il passaporto a Phuket! A Bangkok è meglio averlo con se... Ma attenzione a non perderlo!

Viaggi all'estero di minori

consultare il sito della Polizia di Stato http://www.poliziadistato.it/pds/ps/passaporto/minori_index.html

Visto

Non è necessario per soggiorni non superiori ai trenta giorni. Altre tipologie di visto (studio, lavoro, ecc.) sono da richiedere all'Ambasciata o al Consolato thailandese presente in Italia.
Cool Per soggiorni superiori ai 30Giorni il visto è obbligatorio, altrimenti correte il rischio che all'imbarco in Italia non vi lascino partire! Anche per solo scopo turistico...

Nuova regolametazione visto turistico

Formalità valutarie

Non sussistono particolari formalità per ragionevoli quantitativi di valuta. 

Divieti e limitazioni di importazione 

Armi da fuoco e  munizioni: è richiesto un permesso speciale rilasciato dalla Polizia Nazionale;
Pezzi di ricambio per veicoli:non possono essere importati in franchigia:
Oggetti antichi ed oggetti legati alla religione non possono essere esportati senza un permesso rilasciato dal Dipartimento dei Musei Nazionali (informazioni tel. 0066 22261661)
Animali domestici
I cani ed i gatti devono avere un certificato di buona salute ed un certificato di vaccinazione contro la rabbia.  Può  accadere che l'animale venga messo in  quarantena,  a spese  del  proprietario.

Sicurezza

Rimane fortemente instabile la situazione di sicurezza nelle regioni del sud del Paese a maggioranza musulmana, dove quasi quotidianamente si registrano attentati a pubblici ufficiali, con vittime e feriti.
Peraltro, sino ad oggi non si sono registrati atti terroristici in altre zone del Paese ed in particolare nei maggiori centri turistici ricollegabili alla situazione presente nell'estremo sud.  Si consiglia, comunque, un generale atteggiamento di cautela.
Cool  Nessun problema nelle zone turistiche

Zone a rischio: 

Le 3 Province meridionali del Paese al confine con la Malesia (Yala, Pattani, Narathiwat). Inoltre, se i viaggi sono  indispensabili, si consiglia di evitare anche le Province di Satun e Songkhla, per il ricorrere di violenze ed attentati terroristici.
Zone di cautela: - si consiglia di adottare particolare cautela nelle zone a nord del Paese, in quelle al confine con Laos e Birmania e ad est, al confine con la Cambogia.
Zone sicure: tutte le aree normalmente aperte al turismo. Le città tailandesi sono, in linea di massima, sicure. Può essere tuttavia opportuno evitare, soprattutto nelle ore serali, le zone periferiche, così come quelle in cui si svolgono attività non connesse con il turismo propriamente detto.
Cool  La Thailandia è tra i luoghi più sicuri al mondo, basta comportarsi rispettosamente, soprattutto con le leggi vigenti in questo paese. Ultimamente purtroppo ci sono stati in Phuket casi di Rapina, vi consiglio di leggere il mio BloG: http://amicidiphuket-giornale.blogspot.com/2007/08/attenzione-rapinati-phuket-durante-il.html

Avvertenze

La popolazione è cortese ma occorre evitare liti o alzare la voce nelle discussioni con cittadini locali, specie se in pubblico, per evitare spiacevoli reazioni.
Il vilipendio della religione (buddista) e alla persona del Sovrano può provocare imprevedibili reazioni da parte della popolazione e delle Autorità locali, nonostante la grande tolleranza che è in uso nel Paese.
La frequentazione di locali malfamati presenta pericoli anche di borseggio.

Cool  Confermo tutto! Mi raccomando il rispetto per la casa Reale, esempio clamoroso il cittadino Svizzero che per aver imbrattato una foto del Re ha rischiato l'ergastolo! Ogni viaggiatore degno di questo nome deve comportarsi di conseguenza… Noi Italiani non “brilliamo” come educazione! I Thai molto tolleranti ci considerano dei “selvaggi”… La cose da evitare assolutamente sono: Alzare la voce, arrabbiarsi in pubblico, fare discussioni, toccare la testa di un Thai (nemmeno i bimbi), porgere la mano per salutare, scambiarsi effusioni in pubblico, arrampicarsi su statue per fare le foto, girare per i templi mezzi nudi (specialmente le donne), toccare con i piedi il corpo di un Thai, offendere il RE e la Monarchia, insistere su eventuali sconti (i Thai chiedono 3volte il prezzo giusto, ma dopo max 1minuto arrivano al prezzo ideale), gettare carte e sporcizia per terra…

La circolazione è assai pericolosa ovunque e, negli ultimi anni, è stato riscontrato un elevato numero di incidenti automobilistici che hanno coinvolto anche diversi connazionali. Spesso, vengono noleggiati automobili e motociclette che presentano scarse garanzie di sicurezza. La mancanza di esperienza nella guida con senso di marcia a sinistra e la circolazione caotica e disordinata sono causa di tali incidenti. È quindi consigliabile valutare con attenzione l'opportunità o meno di noleggiare un mezzo di trasporto; si ricorda che l'utilizzo del casco è obbligatorio per i motociclisti.
Cool   Ho scritto una pagina appositamente per il noleggio Auto-Moto

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droghe (leggere o pesanti)

La normativa sulla droga è molto severa anche per limitate dosi di stupefacenti, per consumo personale e in caso di flagranza di reato è difficile intervenire. Le pene previste in Thailandia per lo spaccio ed il possesso di stupefacenti sono severissime; nei casi più gravi è prevista la pena capitale, a volte commutabile in ergastolo.
Cool  Confermo tutto!

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori
La normativa per i reati contro la morale, se commessi ai danni di minorenni, prevede pene detentive sino ai quaranta anni di reclusione. I reati di droga e quelli sui minori, nei quali spesso incorrono i visitatori in questo Paese in apparenza tollerante, sono trattati con la massima severità. Va inoltre ricordato che coloro che commettono all'estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono  perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.
Cool Confermo tutto! Quel che si sente raccontare da TV e Giornali in Italia sulla Thailandia è spesso Falso! Sicuramente questo paese ha molto da insegnarci per leggi e sul fatto di farle rispettare.
In caso di problemi con le autorità locali di Polizia  (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l'Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.

Situazione sanitaria

Buona in generale. Le strutture sanitarie private locali sono ottime. La diffusione dell' AIDS è elevata. Si riscontrano focolai di malattie tropicali, (es. malaria, encefalite giapponese,dengue, casi sporadici di lebbra) in zone lontane dalle città e fuori da circuiti turistici abituali. Si registrano elevati tassi di inquinamento atmosferico a Bangkok.
Dal gennaio 2004 nuovi focolai di influenza aviaria sono apparsi in tutto il sud-est asiatico. Dall'inizio della malattia sono stati segnalati alcuni casi di contagio da animale ad uomo. La situazione è costantemente monitorata dalle Autorità sanitarie tailandesi, che adottano misure di controllo e prevenzione del caso.
Per quanto riguarda la SARS (grave malattia respiratoria che aveva interessato nel 2004 alcuni paesi asiatici), non si registrano in Thailandia casi di contagio.

Cool Problema sicuramente da non sottovalutare è la febbre Dengue, che io ho "provato" personalmente! E' una malattia di origine virale.

Esistono almeno 4 tipi di virus della Dengue: tipo 1, -2, -3, -4.
Il virus viene trasmesso mediante la puntura della femmina della zanzara della specie Aedes aegypti; ma anche la specie Aedes albopictus (zanzara tigre) è in grado di fungere da vettore.
La Dengue è una malattia in rapida progressione ed ormai si verificano milioni di casi ogni anno. E' diffusa in centro e sud America; nell'Africa subsahariana; in India, Indocina e nel sud-est asiatico. I sintomi sono: febbre alta, mal di testa frontale, dolori alle articolazioni e ai muscoli. A volte c'è vomito, nausea ed eruzioni sulla pelle del torace, delle braccia, delle gambe ed anche del volto. Molti casi sono così lievi da non essere facilmente riconoscibili, ma al contrario la Dengue può presentarsi nella forma emorragica che è molto più grave.  Il viaggiatore che si reca nelle zone a rischio, dovrebbe evitare le punture di zanzare, applicando repellenti sulla pelle, indossando vestiario che copra le braccia e le gambe, dormendo in locali forniti di zanzariere o di aria condizionata.
Deve ricordare di avvertire il proprio medico circa il viaggio fatto, in caso si manifesti febbre nelle prime 2 settimane dopo il ritorno.
Non c'è una cura specifica per la Dengue e non esiste un vaccino.
N.B. In caso di Dengue o Dengue emorragica il viaggiatore, per combattere la febbre o il mal di testa, non deve usare aspirina o altri farmaci a base di acido acetilsalicilico, in quanto essi possono aggravare le emorragie; userà altri farmaci, come ad esempio la Tachipirina.

Avvertenze

Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere un viaggio, una polizza assicurativa sanitaria adeguata (le strutture sanitarie locali non sono gratuite) che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio del malato.
Cool  Confermo tutto! Ospedali ottimi ma cari, serve una assicurazione per evitare ogni problema. Nel caso di piccoli incidenti, febbre, malesseri vari, ci sono ottimi ambulatori privati, di solito non costano molto e ti forniscono tutte le medicine. Quindi per i piccoli problemi non serve andare in ospedale, da casa portate solo la Tachipirina e medicinale contro la dissenteria.

Si consiglia durante la permanenza di: Non consumare cibi e/o bevande di dubbia provenienza, bere solo acqua e bibite in bottiglia senza l'aggiunta di ghiaccio se non in esercizi pubblici che forniscono garanzie di igiene.  Dissetarsi con frequenza, per prevenire gli inconvenienti legati a fenomeni di disidratazione frequenti nei paesi tropicali.
Cool  Solitamente non ci sono grandi problemi, ricordarsi di utilizzare il ghiaccio con il "buco" al centro, questo è fatto con acqua potabile.

Viabilità, Patente

La Thailandia ha sottoscritto la Convenzione sul Traffico Stradale del 1949. Ha anche firmato la Convenzione del 1968 che però non è stata ancora ratificata, quindi la patente internazionale attualmente rilasciata in Italia non è ufficialmente riconosciuta.
Per guidare in Thailandia è necessario un documento thailandese.
Oltre alla patente internazionale occorre presentare copie autenticate (dall'Ambasciata o dall'Immigration Police Thailandese) del passaporto e della pagina del passaporto stesso in cui è presente il timbro di ingresso in Thailandia. L'interessato deve recarsi presso il Department of Land Transport, 1032 Phaholyothin Road, Ladyao, Jatujak, Bangkok 10900, Tel: +66 (0)2 2723636+66 (0)2 2723618, Fax: +66 (0)2 6717030.
I residenti possono chiedere ed ottenere la patente temporanea thailandese (validita' di 1 anno, rinnovabile) presso il Department of Land Transport, 1032 Phaholyothin Road, Ladyao, Jatujak, Bangkok 10900, Tel:02 2723636 02 2723618 Fax: 02 6717030, presentando i seguenti documenti:
1. copia della patente italiana, con traduzione in thailandese o in inglese, legalizzata dall'Ambasciata d'Italia. Oppure presentare la Patente Internazionale.
2. copia autenticata del passaporto
3. copia autenticata del permesso di lavoro
4. Certificato di residenza, rilasciato dall'Ambasciata d'Italia
5. 2 fototessera
6. Certificato medico
7. tariffa: 105 Baht

Assicurazione

Poiché nessuna polizza assicurativa straniera è riconosciuta, bisogna stipulare una polizza temporanea in frontiera in entrata nel paese.

Documenti doganali 

E' consigliato il "carnet di passaggio in dogana" per veicoli importati temporaneamente. Si può importare un veicolo in Thailandia per una durata massima di 6 mesi.

Norme di guida

Guida a sinistra, sorpasso a destra
Limiti di velocità
Nei centri abitati 60 km/h salvo indicazione contraria.
Fuori dai centri abitati: strade a 2 carreggiate 90 km/h , sulle autostrade 120 km/h
Tasso alcolemico: il limite è di 0,05%.

Multe:
La polizia può infliggere multe con pagamento da pagare alla Stazione di Polizia nell’area competente. Gli importi sono i seguenti:
Eccesso di velocità: multa fino a 500 THB
Guida pericolosa: multa fino a 1000 THB e 30 gg. di sospensione della patente.
Grave intralcio al traffico: fino a 3 mesi di reclusione e/o multa fino a 10.000 THB.
Guida di motociclo senza casco: multa di 500 THB
Guida sotto l'influsso di alcol o droghe: multa fino a 500 THB.

Equipaggiamento obbligatorio:

Casco per motociclisti
Cinture di sicurezza per viaggiatori sui sedili anteriori (i guidatori di Tuk tuk ne sono esentati)

Carburanti
Benzina verde (91 ott.) 29,59 THB/l.
Benzina verde (95 ott.) 30,39 THB/l.
Gasolio  25,34 THB/l. 

Cool Noleggio Motorino

In riferimento a Phuket (ma vale come regola ovunque), prima di noleggiare un motorino dovete essere sicuri di:Avere la giusta dimestichezza con il mezzo, se non avete mai usato il motorbike prima, non cominciate in Thai, rischiate molto!
Portare la patente Italiana in corso di validità, teoricamente serve quella internazionale (ma non vale), al lato pratico accettano quella “normale”.
Serve il casco per chi guida, per il passeggero è obbligatorio “teoricamente”, al lato pratico non lo mette nessuno, voi portatelo sempre...

Cool Come comportarsi dai noleggiatori e in caso d'incidente

Solitamente il noleggiatore chiede il passaporto a Garanzia, se riportate il motorino “sano” vi viene restituito. Certi chiedono un deposito in denaro, tra le due opzioni io preferisco la seconda.

I noleggiatori sono onesti solitamente, ma non fessi, quindi attenzione prima di partire far notare eventuali ammaccature o rotture del mezzo, e pure quanto carburante avete nel serbatoio.

Se cadete, o fate incidenti pagate di tasca vostra, niente “assicurazione casco” per i motorini, ogni danno lo pagate molto salato!

Come detto i noleggiatori sono onesti solitamente, ma esistono le eccezioni, molti per incidenti lievi hanno pretese assurde! In questo caso non ho molti consigli, provate a farvi fare un preventivo di riparazione da più meccanici e valutare la possibilità di interpellare la polizia turistica.

Qui si guida a Sinistra, quindi serve molta attenzione soprattutto nelle svolte a destra ed in prossimità degli incroci, siete in Ferie e non in Pista, correre non serve!

I Thai non “brillano” alla guida e nel rispetto delle distanze di sicurezza, regole base della circolazione, soprattutto se comparate ai nostri Standard. Quindi voi andate sempre piano tenendo la sinistra, nell'incertezza fermarsi, e dare sempre la precedenza...

Se qualcuno vi “taglia la strada”, vi supera in malo modo, niente “gestacci” ed urli, qui non siete in Italia.

In caso d'incidente non grave rimanere calmi, cercate di ragionare e di far ragionare le persone coinvolte. Per esperienza vi assicuro che difficilmente se fate un'incidente avrete la “ragione” e quindi vi ripagheranno i danni, specialmente se ci sono cittadini Thai coinvolti! Chiamate la polizia se non “raggiungete un accordo”, importante è rimanere calmi e non pretendere di aver Ragione a tutti i costi!

Cool Lezioni di Guida

A casa in Italia sono sicuro che qualcuno corre in pista e si sente bravo come Valentino Rossi, bene ma qui non serve, DOVETE ANDARE PIANO! Per andar piano intendo non superare i 50-60KMh! Oltre questa velocità può diventare molto pericoloso per condizioni del fondo stradale, meteo, stile guida dei Thai, e soprattutto dei Turisti! Il turista effettivamente si trova "spiazzato" i primi giorni, per la guida a sinistra principalmente...

Quando inizia a piovere bisogna stare molto attenti, la sabbia e la polvere rendono il manto stradale scivoloso come ghiaccio. Le strade sono "belle" come fondo, ma molto tortuose, ai lati a volte si trovano Guard Rail molto pericolosi in caso di caduta!

Quando parcheggiate attenzione, se sbagliate il lato della strada ve lo incatenano!! A giorni alterni in certe strade si parcheggia a destra o sinistra, la polizia blocca i motorini in divieto di sosta con una catena, per liberarlo bisogna pagare la multa nell'office police station.

Se rispettate le semplice regole scritte in questa pagina, andate piano, state molto attenti, il motorino è il mezzo più economico e divertente per visitare Phuket. In motorino è possibile viaggiare in due, i Thai ci portano anche l'intera famiglia (5 persone), voi non provateci! Fate un giro "virtuale a Phuket cliccando qui.

Per le Automobili

Per le auto vale tutto quello detto per i motorbike, prestate molta più attenzione all'uso, essendo più impegnantivo utilizzare le stesse sulle strade trafficate! In caso d'incidente però ci sono delle differenze, le migliori agenzie di noleggio propongono una assicurazione "Casco con franchigia". Se provocate un danno inferiore a 200€ pagate di tasca vostra, oltre copre integralmente l'assicurazione. Queste compagnie inoltre riconoscono come valida la vostra patente, anche se in Thailandia non vale! Attenzione al noleggiatore, qui non ci sono "molte regole", e molti si improvvisano noleggiatori! Soprattutto quelli con prezzi molto bassi, oppure lungo la strada con il famoso cartello FOR RENT. Andate sempre in agenzie specializzate ed attenzione a quello che firmate, leggete bene ogni clausola, e chiedete sempre e solo auto con FULL INSURANCE.

Cool Phuket-Thailandia offre la possibilità di noleggio Auto-Moto a prezzi convenienti. Tutti i mezzi a nostra disposizione sono assicurati, curati nella manutenzione, e proponiamo per le auto solo polizze Full insurance. Per maggiori info, non esitate a contattarci , vi invieremo il nostro numero di telefono ed indirizzo.

Cosa non fare!!!

Non noleggiare per nessun motivo grosse e potenti moto, qui non serve correre, rischiate la vita inutilmente, e rischiate in caso di caduta di pagare somme esorbitanti per le riparazioni!!! In Thailandia non si producono moto di grossa cilindrata, sono tutte importate ed hanno costi altissimi, anche se il noleggio giornaliero è basso.

Elettricità

Cool Le prese di corrente sono adatte per le spine tonde e piatte, voltaggio come in Italia, quindi nessun problema.

 

Assicurazione di viaggio By Phuket-Thailandia
 
Cool Dimenticarsi di una polizza assicurativa adeguata quando ci si appresta ad effettuare un viaggio, soprattutto in Thailandia, può essere molto grave anche se di questa mancanza ce ne potremmo accorgere troppo tardi.

Un viaggio senza un'assicurazione viaggi può diventare il nostro peggiore ricordo, e renderci timorosi anche per viaggi successivi, rischiando di non farci più godere alcuna vacanza nel modo migliore.

Bisogna ricordare che in Thailandia la sanità non è pubblica come in Italia, e anche un piccolo inconveniente fisico può richiedere tantissimo esborso di denaro che nessuno ci risarcirà più se non avremo una buona polizza viaggi. Quindi è fondamentale, prima di tutto, accertarsi del tipo di assicurazione presente in un eventuale viaggio organizzato, anche perché le polizze possono coprire perfino i disagi creati dallo smarrimento dei bagagli o ritardi e soppressione di alcuni fondamentali mezzi di trasporto.

Come si può immaginare, il costo di un'assicurazione varia in base alla meta turistica, e questo non è influenzato tanto dalla distanza ma quanto dai rischi che un turista corre in quel particolare luogo del mondo, dove magari possono esserci sommosse o maggiori rischi di terremoti ecc.

Vi sono altri parametri che fanno aumentare il costo di un'assicurazione sui viaggi, e possono essere ad esempio quelle di rimborso del biglietto del viaggio in caso di problemi non dipendenti dal viaggiatore, oppure quelle per garantirsi un risarcimento in caso danni avuti durante uno sport estremo, ecc.

Fate un preventivo On_line gratuito clicca QUI.

 
Le assicurazioni non sempre bastano ad aiutare nel momento del bisogno, tuttavia sono indispensabili quando si incorre in difficoltà. Una buona assicurazione garantisce non solo il rimborso dei bagagli smarriti, dei furti o della perdita di biglietti aerei e il rimborso delle spese mediche, ma può fornire servizi di ambulanza aerea per rimpatriare chi sta male o far arrivare in loco i familiari dei malati che non possono essere trasportati. Può tornare utile, inoltre, se servono servizi di traduzione o assistenza legale o se s'incorre in problemi con la giustizia. Se succede qualcosa e non si è assicurati, ci si può ritrovare con conti spaventosi da pagare.

Istruzioni

  1. Verificate cosa è compreso nella vostra assicurazione. Spesso è necessario integrare la propria assicurazione con una specifica per i viaggi; cercate di trovare una polizza che integri la vostra assicurazione.
    Pensate al tipo di attività che farete in viaggio. Se fate scalate, trekking o bungy-jumping, controllate che gli sport definiti 'pericolosi' siano coperti dalla vostra polizza; in molti casi sono richieste delle integrazioni per attività di questo tipo e molte altre.

  2. Leggete tutto, anche le clausole scritte in piccolo, dove spesso si celano le deroghe alla validità dell'assicurazione. Se avete dei dubbi, o non trovate indicazione delle attività che vi interessano, approfondite la ricerca. Pensate al luogo in cui vi recate. Alcune polizze potrebbero non essere valide nei paesi in cui è sconsigliato viaggiare da parte delle autorità ufficiali. Controllate e, nel dubbio, chiedete.

  3. Date una copia della vostra assicurazione a un familiare. In caso di ricovero ospedaliero all'estero, i familiari potrebbero avere diritto al rimborso del volo per andare a trovare il malato. Se avete sottoscritto una polizza con beneficiari in caso di decesso, la vostra famiglia deve poter essere in grado di riscuotere

Ultimo aggiornamento ( lunedì 29 luglio 2013 )
 
Giovedì, 21 Agosto 2014 21:58:43

Chi e' online

Abbiamo 1 visitatore online

Meteo

Cambi in loco

Vola a Phuket

Logo

Slide

Fly Low Cost

15 Voli
 
© 2007 - 2014 Phuket-Thailandia.it, all Rights Reserved